Pagine

domenica 15 giugno 2008

Oggi è giorno di silenzio

Oggi per me è un giorno di silenzio.
E' il primo anniversario di un evento che mi ha colpita moltissimo e a cui non c'è rimedio.
Proprio perché parole non ce ne sono, né ce ne possono essere, tanto vale lasciare uno spazio vuoto, un silenzio, una pausa.
Per riflettere, per ricordare, per capire. O solo per ascoltare il rumore della vita.

1 commento:

Claudio Gagliardini ha detto...

Spesso il silenzio è la forma di comunicazione più efficace, perché costringe l'ascoltatore ad interrogarsi e a cercare di capire, anche quando da capire non c'è nulla. Buon silenzio...